“Per brutale malvagità” conquista la stampa nazionale

Dedicato un lungo articolo del settimanale Espresso al volume sulle atrocità nazifasciste a Canepina

copertina libro

La copertina del libro “Per brutale malvagità”

“Stragi nazifasciste, altre vittime escono dall'”Armadio della vergogna”: questo il titolo dell’articolo, a firma di Paolo Fantauzi, pubblicato ieri dal settimanale l’Espresso, dedicato al volume “Per brutale malvagità”, di Beniamino Mechelli, stampato dal Comune di Canepina in occasione del 72esimo anniversario del bombardamento del paese, avvenuto il 5 giugno 1944.

Fantauzzi, cronista politico dell’Espresso, oltre a narrare i fatti avvenuti a Canepina nell’imminenza della Liberazione, elenca alcuni dei fatti più raccapriccianti contenuti nel fascicolo sulle atrocità nazifasciste in provincia di Viterbo durante l’occupazione. Fascicolo che, insieme ad altri 694 era insabbiato nel cosiddetto “Armadio della Vergogna” scoperto e denunciato nel 1994 da Franco Giustolisi con una serie d’inchieste giornalistiche.

Fantauzzi, tra l’altro, rende nota la volontà dell’autore di estendere a tutti i centri della provincia in cui sono stati compiuti assassini, razzie e altre inaudite violenze, lo stesso lavoro svolto a Canepina. Cioè ricostruire, attraverso le testimonianze dei familiari delle vittime e i documenti d’archivio, i tragici eventi avvenuti tra l’8 settembre 1943 e il 9 giugno 1944, data in cui la Tuscia fu ufficialmente liberata dalle truppe alleate.
Scopo del lavoro è arrivare nel giro di alcuni mesi alla pubblicazione di un volume dedicato a tutte le vittime dello sterminato campionario di atrocità di cui furono capaci i militari nazisti e i loro sodali fascisti nella Tuscia.

Si ricorda che il libro è in distribuzione a offerta nel Museo delle Tradizioni Popolari di Canepina. L’intero ricavato delle offerte, per decisione del Comune e dell’autore, sarà devoluto al medesimo Museo.

Per leggere l’articolo dell’Espresso clicca qui: http://espresso.repubblica.it/attualita/2016/06/24/news/stragi-nazifasciste-le-vittime-dimenticate-della-tuscia-escono-dall-armadio-della-vergogna-1.274808

Lascia un commento