Madonne vestite, un libro svela i rituali e i culti

La presentazione sabato 27 maggio, alle 16,30, nel Museo delle Tradizioni Popolari

La locandina del convegno sulle Madonne Vestite

La locandina del convegno sulle Madonne Vestite

CANEPINA – “Le madonne vestite – Le vesti, i rituali, i culti”: questo il titolo del libro che sarà presentato sabato 27 maggio, alle 16,30, nel salone Quarto Stato del Museo delle Tradizioni Popolari di Canepina. Le relazioni saranno svolte da Francesca Falzini, docente di materie letterarie, e Quirino Galli, direttore del Museo. Interverranno il curatore del volume Marcello Arduini, don Gianni Carparelli, parroco di Canepina, Paolo Fortugno e Luigina Petti, che si è laureata in Antropologia con una tesi sulla vestizione della Madonna, tra cui quella di Canepina.

Il volume, nella prima parte, contiene una serie di qualificati contributi sull’argomento, che illustrano il rito della vestizione della Madonna sia dal punto di vista geografico che tematico. L’incontro in programma sabato prossimo costituisce lo sviluppo del convegno svolto nello stesso luogo il 25 marzo 2014, quando Luigina Petti presentò la sua tesi di laurea. Tesi che è stata in seguito arricchita dagli studi condotti sull’argomento da Barbara De Dominicis, Paolo Fortugno, Adriana Gandolfi, Dorina Inglese, Sandra Puccini ed Elisabetta Silvestrini.

Le analisi si soffermano specificatamente sulle statue della Madonna, i rituali religiosi, la loro pratica pubblica, collettiva e comunitaria, dotata di spettacolarità, processioni trionfali e di una colonna sonora fatta di rumori, suoni, musica e partecipazioni. Di particolare interesse anche i rituali che si praticano fra pochissimi individui di sesso quasi sempre femminile, dentro spazi limitati, con una gestualità sempre molto riservata: silenziosa e segreta. Atti compiuti in particolari circostanze di raccoglimento e d’intimità, che danno luogo, sempre silenziosamente, a rituali connotati da un profondo sentimento religioso.

 

 

Lascia un commento