Un libro su Canepina e la Prima Guerra Mondiale

La presentazione venerdì 15 giugno, alle 18, nel Museo delle Tradizioni Popolari

La copertina del libro “Il Piave passò anche a Canepina”

CANEPINA – Sarà presentato venerdì 15 giugno, alle 18, nel salone Quarto Stato del Museo delle Tradizioni Popolari di Canepina il libro Il Piave passò anche a Canepina, di Beniamino Mechelli. Il volume, scritto in occasione del centenario della fine Prima Guerra Mondiale, pubblicato dal Comitato Santa Corona 2017-2018, è stato distribuito a tutte le famiglie canepinesi.

Come scrive Paolo Pesciaroli, presidente del Comitato Santa Corona, nella presentazione, “Canepina, come tutte le comunità italiane, pagò un prezzo altissimo: 45 giovani soldati morirono al fronte o in prigionia, 17 giovani donne restarono vedove, 41 bambini orfani, un grosso numero di madri e padri persero i figli. Il Comitato Santa Corona 2017-2018 ha inteso rendere omaggio a quei caduti e ai loro famigliari pubblicando il libro di Beniamino Mechelli. In paese non c’è nessuna famiglia che non abbia avuto un fante in trincea. Ancora oggi ci sono persone che portano il nome di un parente morto nella Grande Guerra”.

Attraverso una lunga e meticolosa ricerca, l’autore ha ricostruito una per una le tragiche vicende dei caduti, molti dei quali uccisi dalle malattie contratte al fronte. Ha indicato le battaglie in cui sono morti, i campi di prigionia in ci furono rinchiusi, gli ospedali da campo dove furono curate le loro ferite.

Il volume contiene anche uno spaccato di vita cenepinese negli anni 1915-18. Emerge un quadro di profonda povertà e di sofferenza di cui furono vittime soprattutto i bambini. E ancora, l’epidemia di “spagnola”, la micidiale influenza portata dai reduci che falcidiò la popolazione. Tempi tristi che speriamo nessuno debba più vivere.

L’ultimo capitolo è dedicato al superbo monumento ai caduti, opera dell’artista Giuseppe Mangionello, realizzato tra il 1926 e il 1927 e inaugurato nel settembre 1929.

Alla presentazione interverranno: l’autore Beniamino Mechelli, il presidente del Comitato Santa Corona 2017-2018 Paolo Pesciaroli, il Consigliere Regionale Enrico Panunzi, il sindaco di Canepina Aldo Maria Moneta.