Santa Corona, il Comitato resta in carica un altro anno

Il presidente D’Alessardo: «Porteremo avanti i progetti fermati dalla pandemia»
Domani alle 17 su Facebook la commedia «Comme se sione se balle» del GSC
preceduta, alle 16,45, dal video intitolato «Santa Corona, mille anni d’immagini»

UNA STORIA AL GIORNO… TOGLIE IL VIRUS DI TORNO

Il Comitato Santa Corona 2019-2020 nonché 2021.

CANEPINA – Resterà a lungo nella mente dei canepinesi il trasporto «motorizzato» della mini-macchina di santa Corona di giovedì sera. Un evento straordinario nel suo genere e, si auspica, irripetibile, giacché è stato organizzato dal Comitato 2019-2020, dalla Parrocchia e dell’Amministrazione comunale per consentire alla popolazione di assistere alla processione nel rispetto delle norme anti Covid-19. Evento che è stato trasmesso anche in diretta streaming. Altrettanto struggente ed emozionante è stato il video diffuso dallo stesso Comitato al termine della processione. Video registrato dalle mogli dei «deputati» che contiene un’invocazione a santa Corona e un impegno: organizzare nel migliore dei modi la festa che quest’anno è stata negata dalla pandemia. Al pari della processione serale «motorizzata», è unica anche la conferma del Comitato per l’anno prossimo. I componenti, interpellati dal presidente Getulio D’Alessandro subito la proposta del parroco don Gianluca Scrimieri, hanno tutti accettato il «bis».

La processione «motorizzata» della mini-macchina di santa Corona.

«La nostra santa tra il popolo per il popolo»: cosi il presidente D’Alessandro ha sintetizzato il senso della processione notturna della mini-macchina a bordo di un pick up. «Quella di giovedì scorso – ha aggiunto – è stata una serata emozionante ed indimenticabile. Per la prima volta e per motivi legati al distanziamento sociale il trasporto ha riguardato tutte le strade del paese. Quello che si è manifestato davanti ai nostri occhi è stato uno scenario suggestivo: tutta la popolazione ha espresso la sua devozione con discrezione e rispetto. I balconi illuminati, i drappi dei rioni, adulti e bambini uniti nell’esultare al grido di <evviva Santa Corona>. A nome mio e di tutto il comitato che rappresento, tengo molto a ringraziare tutti i canepinesi per la serietà e la correttezza dimostrate».

Poi, il presidente si rivolge ai componenti del Comitato: «Un grazie speciale – sottolinea – ai miei compagni di viaggio e soprattutto alle infaticabili donne del Comitato che giovedì sera non hanno potuto partecipare fisicamente alla processione. Sono state straordinarie, hanno vissuto l’evento dalle proprie case dimostrando compostezza, fede e devozione. L’impegno del Comitato non termina qui: su proposta del parroco, don Gianluca, abbiamo accettato di portare avanti i nostri progetti anche per l’anno 2021. Uniti nel nome della Santa e di Canepina».

Infine, D’Alessandro si rivolte a tutti coloro che hanno permesso la riuscita della processione: «I più sinceri ringraziamenti – conclude – a chi ha permesso lo svolgersi della manifestazione: il sindaco Aldo Maria Moneta e tutta l’amministrazione comunale, il maresciallo dei Carabinieri, la polizia municipale, il prefetto, il parroco e tutti coloro che si sono spesi. Evviva santa Corona, evviva Canepina!».

I festeggiamenti virtuali di santa Corona proseguiranno domani, domenica 17 maggio, con altre due iniziative organizzate dal Gruppo Spontaneo Canepinese: alle 16,45 sarà trasmesso sul canale Facebook il video «Santa Corona, mille anni d’immagini»; 17 verrà trasmessa su Facebook la commedia «Comme se sione se balle». Tra l’altro, la commedia potrà essere vista anche nelle ore successive.